Moto G Pro, lo smartphone “economico” con pennino

Moto G Pro, lo smartphone “economico” con pennino

Oggi esaminiamo insieme un nuovo tipo di smartphone della motorola, ovvero una tipologia che presenta un pennino completamente integrato col sistema. Una specie di smartphone molto simile alla serie Note della Samsung, ma ovviamente senza quelle alte prestazioni. (clicca qui per andare all’articolo Samsung Galaxy Note 10). Ecco a voi il Moto G Pro, scopriamolo insieme.

Specifiche tecniche

GENERALI

Sistema OperativoAndroid One 10
Dimensioni158.55 x 75.8 x 9.2 mm
Peso192 grammi

RETE

SIM Nano
HSPA+
LTE
Max Upload Speed 600 Mbps
Max Download Speed 150 Mbps

DATI TECNICI

Processore4x 2.0 GHz Kyro 260 + 4x 1.8 GHz Kyro 260
Chipset Snapdragon 665 Qualcomm SDM665
64 Bit
GPU Adreno 610
RAM 4 GB
Memoria (Max) 128 GB
Memoria Espandibile Micro SD Fino a 512 GB

DISPLAY

Pollici 6.4
Risoluzione 1080 x 2300 pixel
Densità Pixel 397 ppi
Tipo IPS LCD
Colori 16 milioni

FOTOCAMERA e VIDEO

Megapixel48 Mp + 16 Mp + 2 Mp
Risoluzione8000 x 6000 pixel
Fotocamera Frontale 16 Mp F 2
Video Rec.4K (2160p)
Opzioni Fotocamera Frontale HDR/Face Detection/Smile Detection/EIS
Videocamera Frontale Full HD, 120 fps

BATTERIA

Tipo LiPo
Ampere 4000 mAh

PENNINO

Abbiamo di fronte un pennino capacitivo, non c’è quindi digitalizzatore e mancano riconoscimento del palmo e livelli pressione; qualsiasi tocco involontario viene recepito dal display e il tratto non varia in dimensione a seconda della forza che imprimete. Dopotutto il tratto viene riconosciuto rapidamente, c’è un leggero ritardo nella comparsa del segno sul pannello ma siamo nell’ordine dei millesimi di secondo. Il pennino è molto leggero e sottile. L’alloggiamento è fatto in modo che possiate inserirlo nella scocca solo e soltanto in un verso e non ci sono meccanismi di rilascio a scatto, dovete semplicemente tirare per estrarlo e spingere per riporlo al suo posto.

Parlando invece della sua implementazione nel sistema operativo, possiamo di sicuro dire che la Motorola si è data da fare. Estraendo la penna a smartphone bloccato, si apre automaticamente una nota che potete compilare e poi salvare, tutto senza sbloccare il telefono. Compiendo la stessa operazione a smartphone sbloccato, compare invece una bolla flottante che, una volta toccata, apre un sotto-menu nel quale troviamo le funzioni extra legate all’utilizzo della penna. Sempre all’interno del menu di impostazione possiamo anche agire sullo strumento che ci avvisa dell’assenza del pennino dall’alloggiamento per molto tempo o che registra la posizione in cui è stato estratto lo stilo per l’ultima volta.

DESIGN E MATERIALI

La scocca è realizzata con un policarbonato bello rigido. Se guardiamo alla sostanza, la plastica, se di buona fattura come questa, contribuisce a rendere tutta la soluzione meno incline a rotture in caso di caduta. Frontalmente resta invece uno strato di vetro a coprire il display.

A livello di dimensioni e peso non parliamo di un telefono piccolo ma i 6.4 pollici di questo Moto G Pro ne fanno una soluzione abbastanza maneggevole. Il grip è discreto e in confezione troviamo una custodia in silicone trasparente. Moto G Pro pesa infine 192 grammi, che non sono pochi ma sono ben distribuiti e non lo sbilanciano durante l’utilizzo.

Nella parte retro posteriore troviamo le tre fotocamere e il sensore per la messa a fuoco laser con la configurazione a semaforo. Sempre sul retro, al centro della cover, troviamo il lettore per il riconoscimento delle impronte che funziona bene, è veloce e riconosce sempre il tocco.

Frontalmente abbiamo il display da 6,4 pollici con un cornici non sottilissime e con una fotocamera frontale inserita in un foro nell’angolo in alto a sinistra. Lungo la cornice troviamo i tasti di accensione e regolazione del volume, il jack audio da 3.5 mm, la USB-C 2.0 senza uscita video, i microfoni e uno dei due speaker: l’altro è inserito nella capsula auricolare. L’audio prodotto da questo sistema doppio è molto buono per quanto riguarda il volume.

BATTERIA E AUTONOMIA

Il modulo dentro a Moto G Pro offre una capacità di 4000 mAh che di sicuro non sono un record ma che, abbinati all’hardware appena descritto e quindi ad un SoC che bada a risparmiare energia portano ad avere un’autonomia ottima. Con un utilizzo standard si arriva tranquillamente a cena con un quantitativo residuo di carica che supera il 50% e ci permette di affrontare senza troppi problemi anche buona parte, se non tutta, la seconda giornata di uso.

FONTI

Sarina

Ciao a tutti, sono Sara. Sono un'amante della lettura e adoro scrivere articoli che non facciano annoiare i lettori. Buona lettura e spero che vi piacciano i miei articoli.

Invia il messaggio