Category Archive consigli

Alcuni utilizzi creativi per un Ipad vecchio

Avete un vecchio Ipad ma non avete la più pallida idea di cosa farci? Nessun problema, su questo articolo troverete alcuni modi creativi in cui “riciclare” il vostro vecchio Ipad, ma prima di tutto iniziamo col vedere quali Ipad si possono classificare come vecchi. Intanto è ovvio specificare che un Ipad vecchio non è più in grado di ricevere aggiornamenti perché il suo sistema operativo non li regge. Sapendo questo, stiliamo una lista di quali Ipad si possono definire vecchi.

  • iPad di prima generazione (arriva a iOS 5.1.1)
  • iPad 2 (arriva a  iOS 9.3.5)
  • iPad mini (arriva a iOS 9.3.5)
  • iPad 3 (arriva a iOS 9.3.5)
  • iPad 4 (arriva a iOS 10.3.4)
  • iPad Air (arriva a iOS 12.x)
  • iPad mini 2 (arriva a iOS 12.x)

Dopo aver definito quali sono in realtà gli Ipad vecchi, possiamo partire con le idee con cui “riciclare” questi dispositivi. Partiamo.

Dashcam o videocamera di sicurezza

Per chi non sappia cosa sia una Dashcam ci tengo a fare un piccolo approfondimento. Una Dashcam è un dispositivo elettronico per l’acquisizione di immagini, applicabile sul parabrezza dei veicoli al fine di registrare gli eventi che accadono. Quindi sapendo questo partiamo con il suo innovativo utilizzo.

Scaricando una delle tante App dedicate, che si trovano sull’App Store, come Smart Dash Cam, possiamo trasformare l’Ipad in una specie di scatola Nera che ci permette di poter registrare i fatti che avvengono sia dentro che fuori il veicolo.

Se invece l’utilizzo che volete attuare è quella di videocamera di sicurezza, allora avrete bisogno di un’altra tipologia di App, come Presence, (sempre scaricabile dall’App Store). Essa, grazie al WiFi, permette di controllare la videocamera in tempo reale o di ricevere allarmi con i clip video non appena viene rilevato del movimento. Ricordate però che queste funzioni saranno limitate dalla capienza di memoria del dispositivo quindi, più memoria ha l’Ipad più sarà utile questa funzione.

Una cornice digitale

La peculiarità delle cornici digitali è che permettono di mostrare immagini sempre diverse e anche video, in modo di avere ricordi a portata di mano, senza bisogno di andare a sfogliare un vecchio album fotografico o di cercare disperatamente una certa foto per mostrarla ad altri.

Un’App che permette di convertire un vecchio dispositivo Apple in una cornice digitale è Photo Frame (scaricabile dall’App Store) che permette di riprodurre un album fotografico sull’iPad ma anche di mostrare l’orologio digitale ed un calendario. Collegando l’iPad alla WiFi e sincronizzando le foto con un account sul cloud possiamo anche aggiornare le foto in tempo reale da altri dispositivi, senza bisogno di scollegare e rimontare l’iPad. Ovviamente ricordate di acquistare un sostegno o una custodia che permette di far reggere da solo l’Ipad sul mobile su cui avete intenzione di posizionarlo.

Un ricettario tutto digitale

Avete letto bene! Chi ha mai detto che un vecchio Ipad, con la possibilità di essere collegato ad Internet, non possa essere un ottimo ricettario? Eh già, un Ipad con accesso ad Internet può accedere a milioni di video e articoli che ti permettono di cucinare piatti gustosi. Per farlo vi serve un sostegno adatto al vostro Ipad che ve lo regga mentre cucinate e tanta voglia di mangiare.

Una specie di Kindle

Eh sì, il vostro Ipad ha la possibilità di scaricare centinaia di libri, oppure usate l’App Kindle qualora foste abbonati. Un vecchio Ipad può diventare davvero un ottimo Ebook Reader. Dopotutto non serve nulla per trasformarlo in un Ebook Reader, in verità già lo è!

Un lettore Midi-Karaoke

Per chi fosse un vero amante del karaoke, un ottimo utilizzo per dare nuova vita al vostro dispositivo è un lettore per Karaoke. Spesso questi tipi di lettori costano un bel po’, ma voi ne avete uno nelle vostre mani a costo zero. Che ne dite di “riciclarlo” sia per un tornaconto personale che per fare del bene anche alla terra non buttandolo?

Riciclarlo per davvero

Nel qual caso nessuna delle idee sopracitate vi avesse convinto, potete sempre venderlo, regalarlo oppure consegnarlo ad un negozio di elettronica che ritira il materiale elettronico usato.

FONTE: https://www.macitynet.it/dieci-cose-che-e-possibile-fare-con-un-vecchio-ipad/

L’autocontrollo: come possiamo coltivarlo?

L’autocontrollo è una parola che difficilmente accettiamo nel nostro modo di essere. A tutti piace essere liberi e l’autocontrollo è esattamente il contrario di questo. Avere autocontrollo non è facile ed il suo significato letterale è: Controllo, dominio di sé; coordinamento dei propri stimoli e delle proprie azioni.

Avere autocontrollo è importante per poter avere una vita regolata e non cedere agli esuberi o alle dipendenze. Esaminiamo insieme come possiamo avere più autocontrollo.

Evita le tentazioni

Piuttosto che limitarsi a resistere, bisogna imparare ad evitare le tentazioni. Molte persone preferiscono un ambiente privo di distrazioni. Non vogliono avere problemi di concentrazione ed essere poi costretti a trovare soluzioni per la distrazione.

Fissa un obbiettivo concreto

Dobbiamo essere capaci di fissare un obiettivo concreto. Più è specifico, meglio è. Avere ben in mente ciò che abbiamo intenzione di fare ci aiuterà a non distarci e a fare il nostro compito in meno tempo e nel miglior modo.

Fai dei gargarismi

Fare dei gargarismi con acqua e zucchero aiuta la nostra mente a concentrarsi. Come mai? Dei semplici gargarismi con dell’acqua e zucchero – senza deglutire – possono innescare nel cervello i meccanismi collegati al controllo di sé. I gargarismi probabilmente hanno un effetto ingannatore sul corpo. Il gusto di zucchero infatti sembra crei un’aspettativa fisiologica e il corpo si pone in condizioni di allerta o sveglia poiché attende maggiori quantità di energia. Questo fa sì che si possa resistere ad una tentazione (attenzione però che l’effetto è di breve durata).

Mangia sano e regolare

Gli studi dimostrano che la mancanza di zuccheri nel sangue spesso indebolisce la volontà di una persona. Quando hai fame, la tua capacità di concentrazione soffre. Il potenziale del tuo cervello diminuisce tanto più tempo stai a stomaco vuoto. La fame rende difficile concentrarsi sui compiti quotidiani, ti rende scontroso e pessimista. Per rimanere focalizzato sui tuoi obiettivi e mantenere alta la resistenza alle tentazioni, assicurati di essere ben alimentato per tutto il giorno. Mangiare spesso regola i livelli di zucchero nel sangue e migliora la tua capacità decisionale e la concentrazione. 

Fai molta pratica

Il modo più semplice per migliorare e aumentare le proprie capacità di autocontrollo è quello di far pratica. Una settimana. Una settimana non stravolge nessuna abitudine particolare! Serve però per fermare qualsiasi cosa per un breve periodo di tempo e darti la fiducia per dirti che sei in grado di controllare te stesso. Inizia così. Poi allunga i tempi fino a diverse settimane. Sforzati di resistere un mese, che è spesso il tempo sufficiente per cambiare realmente il tuo comportamento.

FONTE –> https://www.psicosocial.it/autocontrollo-gestire-le-emozioni/

Qual’è veramente la causa dell’infelicità?

Da anni questa domanda non ha mai avuto una risposta definitiva, ma forse adesso siamo arrivati alla sua soluzione. La causa dell’infelicità è una cosa che forse nessuno si aspettava: l’Ingratitudine.

Potrebbe sembrare una cosa senza senso, ma l’ingratitudine, sin dal passato, ha fatto tante vittime. Essere ingrati causa una continua infelicità. Diamo ogni cosa per scontata e ciò che riceviamo è sempre sotto le nostre aspettative.

Essere ingrati purtroppo sta diventando quasi una moda. Sta diventando sempre più normale e, per le nuove generazioni indica forza e sicurezza, ma è davvero così? Esaminiamo insieme alcuni caratteristiche di queste persone.

Ha sempre bisogno

Qualsiasi cosa sia stata fatta nei suoi confronti non importa, avrà sempre bisogno dell’aiuto degli altri visto che, a detta sua, ha tutto il mondo contro di sé. State attenti a dargli una mano ogni volta, potrebbero sfruttare la vostra troppa disponibilità.

Non hanno mai tempo

Queste persone potrebbero avere a disposizione tutto il tempo di questo mondo ma non saranno mai disposte a condividerlo o usarlo per voi. A loro parere, il tempo che hanno non basta mai e non avranno mai tempo per gli altri. La loro visione del mondo è improntata solo su loro stessi senza eccezioni.

Creano sensi di colpa

Queste persone ingrate ed eternamente infelici sanno essere davvero capaci di creare sensi di colpa in coloro che li ascoltano. Sono capaci di far provare ai loro interlocutori compassione nei loro confronti e a farli sentire in colpa per il loro mancato aiuto.

Egocentrico

L’egoista crede che il mondo gli giri attorno e che di conseguenza gli altri devono per forza fargli dei piaceri e assecondare le sue richieste subito (indipendentemente da ciò che si sta facendo). Attenti a queste persone perché, se disgraziatamente non le aiutate quando ve lo chiedono, passerete per quelli insensibili che non capiscono l’importanza dell’aiutare gli amici nel momento del bisogno.

L’infelicità è causata dall’ingratitudine

Come abbiamo visto da questo articolo, l’infelicità è causata dall’ingratitudine. Chi è ingrato causa la sua infelicità. Abbiamo visto infatti come riconoscere una persona ingrata.

Coloro che sono ingrati causano sia la loro che la nostra infelicità. Dopotutto si sa’ che i sentimenti negativi corrompono anche gli altri. Stare in compagnia di persone ingrate causa infelicità e ci farà stare male. Ricordare questo ci aiuterà a non perdere il nostro tempo con queste tipo di persone.

FONTE IDEE –> https://incampagna.piccolestorie.net/2018/07/12/6-comportamenti-delle-persone-ingrate-e-come-evitare-di-diventarlo-voi-stessi/

Procrastinare, gestiamo bene il tempo.

Imparare a gestire il nostro tempo non è mai una cosa semplice ma è necessario se non vogliamo trovarci ad avere tutti i nostri impegni accavallati nello stesso giorno. La prima cosa da fare per imparare a gestire bene il nostro tempo è sapere cosa significa la parola Procrastinare.

Procrastinare è esattamente il contrario del saper gestire il proprio tempo. significa testualmente: rinviare da un giorno a un altro, dall’oggi al domani, allo scopo di guadagnare tempo o addirittura con l’intenzione di non fare quello che si dovrebbe.

Vediamo adesso alcuni consigli che ci possono aiutare a smettere di procrastinare e ci aiutano a gestire bene il nostro tempo.

Svolgere il prima possibile sia le cose belle, brutte e difficili

Pensa in lungo. Prima o poi dovrai svolgere tutte le mansioni che hai, sia che ti piacciano o no, tanto vale farlo subito, no?! Inizia con le cose che meno ti aggradano e vedrai che, piano piano riuscirai a svolgere i tuoi compiti in tempi che nemmeno tu credevi possibile. Poi passa alle cose che più ti piacciono e lì il tempo volerà.

Una ricompensa adeguata

Cosa c’è di meglio di una bella ricompensa, o riposo, dopo una sessione di lavoro?! Quando il nostro cervello collega ad un lavoro svolto bene una pausa o un premio, siamo più invogliati a lavorare. Questo è un ottimo modo per svolgere i nostri compiti al meglio e nel minor tempo possibile.

Stilare una lista

Scrivere una lista con i compiti da svolgere per quella giornata (in ordine di importanza) è un passo molto importante per evitare di perdere tempo. Sapere con precisione cosa andremo a fare ci spronerà a svolgere tutto subito. Così facendo la parola procrastinare sarà solo un ricordo lontano.

Lavoro svolto

Con questo articolo abbiamo esaminato dei semplici consigli su come imparare a gestire il nostro tempo nel miglior modo possibile e senza procrastinare. E’ vero che non è sempre facile svolgere tutti i nostri compiti della giornata ma prendendo questa buona abitudine vedremo i benefici.

FONTE IDEE –> https://ilblogperte.com/2019/11/20/la-gestione-del-tempo/

Bere acqua più acqua? Ecco 5 benefici

Da ormai tempi immemorabili i dottori ci dicono di bere almeno 2 litri di acqua. Questo non solo perché il nostro corpo ne ha effettivo bisogno per continuare a vivere ma anche perché fa bene a tutti gli organi.

Il nostro corpo è formato per il 90% circa di questo meraviglioso liquido e questo indica quanto sia importante bere la giusta quantità di acqua. Ma ora esaminiamo degli effettivi benefici che bere acqua ci provoca.

Ci aiuta a mantenere l’attenzione

E’ scientificamente provato che bere dell’acqua prima o durante una sessione di studio aiuta a rimanere concentrati (per trovare altri consigli su come rimanere concentrati clicca qui). Se, dobbiamo rimanere concentrati a lungo è buona abitudine portarsi alla scrivania (o al tavolo) una bottiglia d’acqua in modo da non doversi alzare spesso.

Ci aiuta a controllare l’appetito

L’acqua aiuta a riempire prima lo stomaco e a mangiare di meno, non a caso alcuni dietologi e nutrizionisti consiglino di bere due bicchieri di acqua prima dei pasti. In questo modo, essendo già mezzi pieni a causa dell’aver bevuto, mangeremo di meno e ci sentiremo pieni prima di quanto ci aspetteremmo.

Ci aiuta a essere più produttivi

Bere il giusto quantitativo di acqua ci aiuta a essere più produttivi. Stimola il nostro cervello e ci aiuta a rendere meglio durante una sessione di lavoro, studio o sport. Inoltre bere ci dà una vera e propria carica per svolgere le nostre faccende durante una giornata.

Ci aiuta a ridurre il mal di testa da fatica

Quante volte, mentre studiamo o lavoriamo, ci viene quel mal di testa fastidioso? Beh questo mal di testa è dovuto alla fatica e l’acqua è un ottimo rimedio per farcelo passare. Tentar non nuoce, quindi la prossima volta che avrete un mal di testa, bevete un po’.

Ci aiuta a contrastare la pelle secca

Tutti quanti, specialmente le donne, odiano avere la pelle secca o screpolata. A quanto pare l’acqua è un rimedio naturale anche per questo tipo di problema. Berne almeno 2 litri ci aiuta ad avere una pelle più elastica e di conseguenza ben idratata (esattamente il contrario di una pelle secca). Quindi care donne che state leggendo questo articolo, bevete tanto e evitate di spendere tanti soldi per lozioni e creme che rendono la pelle idratata, da oggi solo rimedi naturali.

FONTE IDEE —> https://ilblogperte.com/2019/09/25/perche-bere-piu-acqua/

5 consigli su come iniziare bene la giornata

Uno dei dilemmi più grandi è come iniziare bene una giornata. Può sembrare strano, ma con dei semplici accorgimenti possiamo iniziare al meglio la nostra giornata. Esaminiamo insieme questi 5 semplici consigli su come fare.

Prenditi il tuo tempo

Ogni mattina è necessario prendersi del tempo per noi stessi. Fare le cose con calma e non di corsa ci aiuta a rimanere tranquilli e rilassati per tutta la giornata. Dopotutto si sa che “il buongiorno si vede dal mattino”.

Fai colazione

Una delle migliori abitudini da prendere è quella di fare colazione la mattina. E’ il pasto più importante della giornata e non andrebbe saltato, cosa che molti fanno quasi ogni giorno. Fare una buona colazione (che sia dolce o salata) la mattina dà la giusta carica per affrontare un’intera giornata (di lavoro, a scuola o di altro genere) stressante. Quindi non dimenticate assolutamente di mangiare la mattina.

Riordina la stanza

Un’altra cosa da fare la mattina è riordinare la stanza. Può sembrare quasi stupido, ma fare questa attività la mattina ci aiuta a iniziarla col piede giusto. Chi non è felice di vedere la propria camera in ordine e bella pulita?! Se poi ci riflettiamo, avere la camera già ordinata la mattina ci permetterà di avere più tempo libero durante il pomeriggio perché, al posto di passarlo a sistemare la nostra stanza, potremmo impiegarlo in altre attività assai più rilassanti.

Datti ogni giorno degli obbiettivi

Iniziare la giornata sapendo già in anticipo ciò che abbiamo intenzione di fare (e metterlo per iscritto) ci darà la giusta carica per proseguire con il giusto spirito e la giuste idee. Partire già dalla mattina carichi e con le idee ben chiare ci aiuterà ad essere più soddisfatti a fine giornata e a dormire meglio la notte.

Crea la tua routine

Creare la propria routine, quindi già sapere ciò che si farà in quella giornata (perché sono sempre le stesse azioni) ci aiuterà a partire con il piede giusto e con degli obbiettivi (realistici) già prefissati. Sapere esattamente ciò che i dovrà far quella giornata non farà altro che infonderci autostima e il coraggio giusto per superare a testa alta un altro giorno della settimana.

Che bella giornata

Se si seguiranno questi 5 semplici consigli le nostre giornate miglioreranno notevolmente. Teniamo a mente questi step e ci ritroveremo con più tempo a disposizione durante il giorno e un umore decisamente migliorato.

FONTE IDEE –> https://ilblogperte.com/2019/09/04/5-consigli-per-iniziare-bene-la-giornata/