Category Archive cultura

Stanotte a Pompei: record per la trasmissione

Stanotte a Pompei è stata una trasmissione andata in onda in questi giorni. Le reti Rai hanno trasmesso il programma che ha appassionato milioni di persone sul tutto il territorio italiano. A rendere ancora più interessante la trasmissione ci ha pensato l’abile conduttore Alberto Angela, figlio del maestro Piero Angela. Andiamo a vedere quindi quali sono i risultati raggiunti dalla trasmissione!

Stanotte a Pompei: informazioni sulla trasmissione

Stanotte a Pompei è stato una vera e propria scoperta di cultura. Infatti, Alberto Angela ha portato i suoi telespettatori in un viaggio oltre i confini del tempo, esplorando e spiegando segreti, curiosità e fatti in merito agli scavi di Pompei. La suggestiva cornice degli scavi è stata poi abbellita dalle luci e dalle sensazioni notturne, che solo un luogo millenario come quello riesce a fornire. La trasmissione è stata anche un’ottima opportunità per persone in tutta Italia che vogliono esplorare il luogo. Anche se da lontano, sono riusciti a godere di una visita eccezionale, raccontata da un esperto dal calibro di Alberto Angela!

Gli ascolti della trasmissione

Stanotte a Pompei è una trasmissione realizzata con una grande cura nei dettagli. Da elogiare anche lo spirito di Alberto Angela, che ci ha messo la solita passione nel raccontare uno dei più grandi disastri avvenuti durante l’epoca della dominazione mondiale romana. I risultati della trasmissione, dopo che tanto lavoro è stato svolto in modo ottimale, non potevano che essere positivi. Non a caso, il programma documentaristico ha fatto registrare ben 4 milioni e 2mila spettatori in tutto il territorio italiano. Stanotte a Pompei ha sbaragliato la concorrenza delgi altri canali e degli altri programmi ed ha puntato diritto al cuore del pubblico televisivo italiano. Ciò significa che grazie a questo successo potremmo magari vedere in futuro maggiori trasmissioni di qualità e cultura all’interno del panorama televisivo italiano!

Abbiamo bisogno di un nuovo femminismo

L’idea di femminismo dei nostri giorni

Attenti agli aumenti del bollo auto

Chiedete il rimborso del bollo auto

Cosa cambia quest’anno nel 730

Sono diverse le novità per chi presenta la dichiarazione dei redditi utilizzando il modulo 730 precompilato online.

Alla scoperta del Crispr-Cas9

Crispr-Cas9 permette il copia e incolla del DNA.

Chi sono gli odiatori (haters)

In un mondo pieno di persone pronte ad accusare e a discriminare dietro a una tastiera, vediamo davvero chi sono gli odiatori per poterli riconoscere e difenderci.

L’accoglienza di un profugo raccontata da una ragazza

Una ragazza ha ospitato un giovane profugo a casa sua. Quale è stata la sua reazione? Cosa ha fatto il profugo per mostrare la sua gratitudine? Come è stata la convivenza? Ce lo spiega lei direttamente.

A distanza di tanti anni sono fiera dei miei studi classici, perchè hanno saputo inculcarmi valori molto forti, a partire da quello dell’ospitalità, che non esiterei a definire il fondamento della civiltà occidentale. Dove non si pratica l’ospitalità si pratica la guerra.

L’ospitalità conviene a tutti, anche se individualmente costa a ciascuno. Per questo occorre proteggerla e parlarne, se vogliamo che resista nei tempi degli alti costi, dove l’inflazione aumenta costantemente. Vivo in 50 metri quadri, tre stanze in tutto.

Mi ha sempre rattristato il fatto di non disporre una camera per gli ospiti, ma qualche settimana fa ho capito che non era più possibile rimandare l’accoglienza di un nuovo amico speciale, rivoluzionando letteralmente la nostra piccola casa per far posto a un altro letto.

Ho temuto per un istante la reazione di mio figlio che ha 13 anni, ma poi quasi all’istante lui si è sciolto in un enorme sorriso di gioia al pensiero di un nuovo compagno di avventura, di poco più grande di lui, con cui condividere il suo spazio, il suo tempo libero e la sua Wii.
Tandia ha solo 19 anni, p in Italia dal 2014 dopo un lungo viaggio di 2 anni dal Mali fino a qui. E’ partito poco più che un bambino, è arrivato nella mia città, dove ha ottenuto la protezione umanitaria. Io l’ho conosciuto al corso di italiano a cui partecipo come volontari: malgrado non fosse scolarizzato, ha fatto passi da gigante e oggi capisce la nostra lingua e si esprime abbastanza bene.

Il suo sogno è quello di frequentare la scuola media e diventare un bravissimo agricoltore. L’ho ospitato a casa mia malgrado gli spazi minimi, perchè erano finiti i tempi del suo progetto di accoglieza e saperlo senza un tetto non mi avrebbe fatto dormire sonno tranquilli. Non so cosa succederà, forse la convivenza non sarà facile, ma sono sicura che da questa esperienza ne usciremo tutti più ricchi nello spirito, più consapevoli del senso della vita e con uno sguardo diverso sul mondo.

Crea il tuo albero genealogico e scopri i tuoi antenati

Chi erano i miei antenati? Prima o poi capita di chiederselo . Non è semplice andare indietro nel tempo, ma oggi abbiamo a disposizione tanti strumenti.

Perché vale la pena ricordare: Giornata della memoria

Per ricordare la Giornata della Memoria ogni anno mi ritaglio il tempo per leggere o rileggere un grande romanzo ambientato ai tempi della seconda guerra mondiale. L’anno scorso è toccato a La casa in collina di Cesare Pavese, quest’anno a Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani.

I cinque piatti per il Capodanno cinese

Sta per iniziare il Capodanno cinese e molte famiglie si incontreranno Venerdì per celebrare insieme una festa piena di buoni auspici. Aroundworld.it ha scoperto ciò che non può mancare sul tavolo di una famiglia cinese in questo periodo.